Home
Banner

Benvenuto sul portale dell'Osservatorio Regionale dei Contratti Pubblici di lavori, servizi e forniture


La Sezione Osservatorio ai sensi dell’art. 8 della L.R. n. 26/2007, istitutiva dell’Autorità Regionale Stazione Unica Appaltante,  svolge attività e funzioni finalizzate a diffondere e promuovere la massima trasparenza nelle procedure di gara, garantisce la pubblicità degli atti adottati nell'ambito dei procedimenti di affidamento, promuove la qualità delle procedure di appalto e la qualificazione degli operatori economici pubblici e privati.

In qualità di Sezione Regionale distaccata dell’Osservatorio Centrale istituito presso l’Autorità Nazionale Anticorruzione (A.N.A.C., ex A.V.C.P.) contribuisce all’attuazione delle disposizioni di legge in materia di massima trasparenza, nonché di quelle sulla sicurezza e tutela del lavoro, garantendo lo scambio di dati e informazioni utili mediante canali di interoperabilità tra i molteplici soggetti coinvolti nelle procedure di affidamento dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture.

L’Osservatorio Regionale, raccoglie e analizza, infatti, tutti i dati riguardanti i bandi e gli avvisi di gara, le aggiudicazioni e gli affidamenti, le imprese partecipanti, i costi e gli scostamenti rispetto a quelli preventivati, tempi di esecuzione e modalità di attuazione degli interventi, ritardi e disfunzioni, verifica i dati e presta consulenza ed assistenza a favore di tutte le stazioni appaltanti e loro responsabili che realizzano interventi sul territorio regionale,  su richiesta dell’A.N.A.C. accerta le eventuali inadempienze da parte delle stazioni appaltanti; provvede alla raccolta ed elaborazione di ulteriori dati utili alla programmazione regionale nel settore.

Con l'introduzione del D. Lgs n. 50 del 18 aprile 2016, sostitutivo ed abrogativo delle disposizioni di cui al D. Lgs n. 163 del 2006 ed al D.P.R. n. 207 del 2010, il legislatore ha inteso procedere  all'adozione  di  un  unico decreto  che  assicurasse  il  corretto  recepimento   delle   direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e  2014/25/UE  e, contestualmente,  introducesse immediatamente  nell'ordinamento  un  sistema  di  regolazione  nella materia degli appalti  di  lavori,  forniture  e  servizi,  coerente, semplificato, unitario, trasparente ed  armonizzato  alla  disciplina europea, caratterizzato, in particolare, dalla massima efficienza nell'uso dei fondi pubblici, dal monitoraggio dei passaggi procedurali e dei termini delle operazioni, e dalla partecipazione dei cittadini alle scelte programmatiche in tale ambito.

Le nuove disposizioni di legge hanno, pertanto, rafforzato ed evidenziato il primario ruolo della  Sezione Osservatorio Regionale quale organismo di controllo, vigilanza e garanzia del perseguimento degli obiettivi di incentivazione al miglioramento dell'azione amministrativa in materia di appalti pubblici e di prevenzione e contrasto dei fenomeni corruttivi nell’ambito delle procedure di gara espletate nel territorio regionale.










 
Link e Download